Malachia - WWMCat - Dedicato agli amanti della Natura - L'Undicesima ora
Malachia - WWMCat - Dedicato agli amanti della Natura

Malachia - WWMCat - Dedicato agli amanti della Natura
[ Home | Profilo | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata? | Opzioni Amministratore

 Tutti i Forum
 GAIA
 Paradisi perduti
 L'Undicesima ora
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva Blocca Discussione Modifica Discussione Elimina Discussione Nuova Discussione Rispondi

Doram
Amministratore



Regione: Sardegna
Città: Olbia


2346 Messaggi

Inserito il - 17/06/2008 : 02:39:53  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Doram  Modifica Messaggio Invia a Doram un Messaggio Privato  Rispondi Quotando  Visualizza l'indirizzo IP dell'Utente  Elimina Messaggio
Questo è il titolo di un bel film-documentario che consiglio a tutti di vedere, devo dire che mi ha molto colpito (Download 1).
L'undicesima Ora
(Il documentario di Leonardo di Caprio sulla Terra)

Titolo Originale:The 11th Hour
Paese:U.S.A.
Anno:2007 (07/05/2008 DVD ITALIA)
Genere:Documentario,Drammatico
Durata:95 Minuti
Regia:Nadia Conners e Leila Conners Petersen.
Cast:Leonardo DiCaprio, Kenny Ausubel, Janine Benyus, Sylvia Earle Ph.D., Gloria Flora, Michel Gelobter, Mikhail Gorbachev, Thom Hartmann, Paul Hawken.

Trama
L'undicesima ora per il genere umano è adesso, l'ultimo attimo nel quale è ancora possibile cambiare e fermare la nostra corsa verso il collasso ecologico globale. L'attore Leonardo Di Caprio è il produttore e la voce narrante di questo documentario sull'improrogabilità del cambiamento, che ci racconta da dove veniamo, dove stiamo andando e, cosa più importante, come possiamo cambiare. Grandi intellettuali come Mikhail Gorbachev e Stephen Hawking ed esperti di sviluppo sostenibile come William McDonough, insieme a molti altri, rivelano l'attuale e drammatica situazione del pianeta Terra. Incredibili immagini di inondazioni, incendi, uragani, scioglimento dei ghiacci e crescenti montagne di rifiuti giustapposte ad immagini di un futuro sostenibile ci esortano ad agire. Riusciremo ad utilizzare le tecnologie innovative a nostra disposizione e a cambiare il nostro comportamento per salvare il pianeta? Il momento critico è adesso; ma gli strumenti per salvare questo straordinario pianeta azzurro per le generazioni future sono a portata di mano.

Mimmo

Modificato da - Paolone in Data 22/06/2008 19:43:47

Doram
Amministratore



Regione: Sardegna
Città: Olbia


2346 Messaggi

Inserito il - 18/06/2008 : 23:39:18  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Doram  Modifica Messaggio Invia a Doram un Messaggio Privato  Rispondi Quotando  Visulaizza l'indirizzo IP dell'Utente  Elimina Messaggio
A parte la presenza di Di Caprio una cosa che mi ha fatto molto pensare è la semplice equazione matematica di uno degli scienziati intervenuti al documentario.
La Terra ha come unica fonte d'energia rinnovabile il sole (almeno fino a poco tempo fa) e questa energia permette la vita a non più di un miliardo di persone, poi abbiamo scoperto i combustibili fossili (che non sono rinnovabili) e abbiamo prodotto più cibo e ci siamo decuplicati in pochissimi anni. Quando il petrolio finirà (e non credo che manchi molto agli attuali ritmi di estrazione) cosa succederà?
Ad esempio collegamento questo ragionamento con quello che sta succedendo in Cina negli ultimi anni, dove per recuperare il gap tecnologico di circa vent'anni che ritengono di avere, all'improvviso circa un miliardo e trecento milioni di persone hanno cominciato a produrre di tutto e per produrre hanno cominciato a comprare petrolio a qqualunque costo e a qualunque prezzo, così il prezzo del petrolio è lievitato da circa 20 dollari a barile ai quasi 140 attuali ed è aumentata la produzione ai massimi storici e sembra che più di così non si riesca a produrre, quanto dureranno ancora queste scorte?
E ancora... perchè gli americani si sono imbarcati in questa guerra contro l'Iraq e poi sono andati in Afghanistan e adesso minacciano l'Iran? guerra che ricordiamo costa loro oltre a miliardi di dollari anche migliaia e migliaia di morti. Sembra quasi che si vogliano assicurare quelle fonti che gli permetteranno di mantenere un certo tenore di vita anche se la produzione di petrolio dovesse improvvisamente scemare... come dire per tutti non ce n'è più ma almeno qualche eletto continuerà ancora per un po'.
Mi da un po' fastidio pensare che proprio da loro che sono meno di trecento milioni di persone si consuma in assoluto il maggior numero di risorse naturali di tutto il resto del mondo e che producano da soli oltre il 25% di tutta l'immondizia del globo.
Ben vengano dunque iniziative come questo documentario, che sensibilizzino un po' il popolo statunitense perchè se non iniziano loro e di questo ne sono convinto, si potrà fare ben poco per la salvaguardia dell'ambiente o meglio per la sopravvivenza stessa del genere umano.
Troppo pessimista? non credo. Cosa stiamo lasciando ai nosri figli?

Mimmo
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva Blocca Discussione Modifica Discussione Elimina Discussione Nuova Discussione Rispondi
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Malachia - WWMCat - Dedicato agli amanti della Natura © 2007 G.N.M. Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,37 secondi. Herniasurgery.it | Mappe Sardegna | Snitz Forums 2000 | cercaricerca.com